WONDER CAMP. Due giorni di attività per i giovani alunni delle scuole sede di seggio elettorale

Info e download

Informazioni

INFORMAZIONI:

COSTO: € 35 per entrambe le giornate
Le iscrizioni si chiuderanno il 20 settembre
Accoglienza e ritiro presso l’ingresso del Museo di Santa Giulia, via Musei 81/b

 

Venerdì 23 settembre dalle 14.00 alle ore 18.00
Ai bambini è richiesto di portare: merendina, telo mare, borraccia.

 

Lunedì 26 settembre dalle 8.30 alle ore 15.30
Ai bambini è richiesto di portare: merendina, pranzo al sacco, telo mare, borraccia.

 

PRENOTAZIONI:
CUP Centro Unico Prenotazioni
da lunedì a domenica, dalle 10.00 alle 18.00
Tel. 030.2977833-834 – cup@bresciamusei.com

Ufficio stampa

CLP Relazioni Pubbliche
Clara Cervia
02 36755700
clara.cervia@clp1968.it

venerdì 23 e lunedì 26 settembre 2022

Brescia, Museo di Santa Giulia

FONDAZIONE BRESCIA MUSEI PROPONE IL MONDO CHE VORREI, UN WONDER CAMP PER BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI.

 

Due giorni di attività ludico-didattiche per giovani alunni delle scuole sede di seggio elettorale.

 

La lunga estate dei Summer Camp si è da poco conclusa e già Fondazione Brescia Musei presenta il nuovo appuntamento, ideato in vista della nuova sospensione delle attività didattiche nelle scuole sede di seggio elettorale il prossimo 25 settembre.

Fondazione Brescia Musei propone dunque alle famiglie bresciane un Wonder Camp dedicato a tutti i bambini dai 6 agli 11 anni: due giorni di attività ludico-didattiche da trascorrere negli spazi del Museo di Santa Giulia. Una proposta che unisce come sempre lo sviluppo di attività creative realizzate dai bambini, con la conoscenza di correnti artistiche e di protagonisti della storia dell’arte e che fa del Museo un luogo sempre più partecipativo e capace di essere riferimento e supporto per la comunità – come sta emergendo dal ciclo di talk internazionali organizzati da Fondazione Brescia Musei, Open Doors.

Il museo si delinea così sia come importante agenzia educativa, la cui missione, sempre più ampia e difficile, è di aiutare i cittadini di oggi ad affrontare e navigare la crescente complessità in cui siamo immersi, sia come luogo in cui progettare assieme soluzioni più efficaci ai problemi della nostra quotidianità.

“Il compito educativo del museo è ormai patrimonio condiviso nella definizione di museo aggiornata il 26 agosto a Praga da ICOM – commenta Francesca Bazoli, presidente di Fondazione Brescia Musei. Oggi ai tradizionali compiti di ricerca, studio e tutela sono associati quelli di educazione e partecipazione delle comunità. Niente di più attuale per Fondazione Brescia Musei che in tutti i momenti in cui le famiglie devono gestire il tempo dei propri figli durante la sospensione delle attività scolastiche propone percorsi educativi e formativi che hanno pochi eguali nei contesti museali italiani. La due giorni del 25 settembre, ne è esempio lampante”.

Il format del Wonder Camp dal tema Il mondo che vorrei è declinato sui tempi di chiusura delle scuole: venerdì 23 settembre i bambini saranno accolti in Museo dalle 14 fino alle 18, lunedì 26 settembre invece l’orario del camp sarà dalle 8.30 alle 15.30. Come di consueto alle famiglie si chiede di portare da casa merenda e pranzo al sacco.

Due i temi che si affronteranno: amore e natura.

Venerdì 23 settembre il focus sarà In the name of Love, per una giornata all’insegna non tanto di un sentimento quanto di un valore che dovrebbe guidare l’umanità. Le parole sono uno strumento potentissimo che ha stimolato la creatività di molti artisti in diverse epoche. Prendendo spunto da Filippo Tommaso Marinetti si passerà dalla poesia visiva agli anni ’60 carichi di ideali e di proteste pacifiche, per conoscere da vicino lo stile e il significato di un’icona come LOVE di Robert Indiana.

Lunedì 26 settembre i bambini saranno invece invitati ad Imparare dagli alberi: gli alberi sono i guardiani della terra ed hanno saputo creare connessioni tra di loro e regole di socialità, una sorta di “costituzione” che permette la sopravvivenza del pianeta. L’intera giornata sarà dedicata a sperimentazioni artistiche attraverso le quali imparare il dono e la saggezza che tutti noi, ogni giorno, riceviamo dalle piante.

 

Summer camp 2022

L’edizione 2022 dei Summer Camp ha avuto un’ottima risposta di pubblico, con 674 bambini che hanno vissuto gli spazi museali per 13 settimane di attività estive all’insegna della creatività e conoscenza del patrimonio artistico culturale della città, 15 dei quali affetti da autismo che hanno potuto partecipare con il proprio assistente ad personam, grazie al prezioso sostegno, per il secondo anno consecutivo, di Fondazione ASM e il progetto Summer insieme!.

Grande apprezzamento è stato raccolto dalla proposta rivolta ai teenagers, che per tre settimane ha visto 50 ragazzi dagli 11 ai 14 anni vivere la Pinacoteca Tosio Martinengo in una lettura insolita e contemporanea degli spazi della casa delle arti.

  

Fondazione Brescia Musei è una fondazione di partecipazione pubblico–privata presieduta da Francesca Bazoli e diretta da Stefano Karadjov. Fanno parte di Fondazione Brescia Musei il Museo di Santa Giulia, Brixia. Parco archeologico di Brescia romana, la Pinacoteca Tosio Martinengo, il Museo delle Armi Luigi Marzoli, il Museo del Risorgimento Leonessa d’Italia, il Castello di Brescia Falcone d’Italia e il Cinema Nuovo Eden. Fondazione Brescia Musei è, con la Pinacoteca Tosio Martinengo, ente capofila della Rete dell’800 Lombardo, il network riconosciuto da Regione Lombardia al quale appartengono realtà e istituti che riconoscono come elemento identitario il patrimonio culturale dell’Ottocento.

Questo sito utilizza cookie tecnici. Utilizzando il sito ne accetti l'utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi