Venerdì 1 febbraio 2019 - Convegno “Torniamo amici”. Paolo VI e gli artisti

Milano, Museo Diocesano Carlo Maria Martini
Allegati: 

MILANO

 

MUSEO DIOCESANO CARLO MARIA MARTINI

 

VENERDÌ 1 FEBBRAIO 2019

 

IL CONVEGNO

"TORNIAMO AMICI"

 

PAOLO VI E GLI ARTISTI

 

 

 

La giornata di studi approfondisce gli argomenti che saranno oggetto dell’omonima mostra, in programma dal 15 febbraio al 14 aprile 2019 alla GASC | Galleria d’Arte Sacra dei Contemporanei Villa Clerici di Milano, e mette in luce i tratti di novità e ancora attuali dell’approccio di Paolo VI ai temi dell’arte sacra

 

 

 

Venerdì 1 febbraio 2019, dalle 9.00 alle 13.00, il Museo Diocesano Carlo Maria Martini di Milano ospita il convengo “Torniamo amici”. Paolo VI e gli artisti, organizzato dalla GASC | Galleria d’Arte Sacra dei Contemporanei e dal Museo Diocesano di Milano, che mira a mettere in luce i tratti di novità e ancora attuali dell’approccio di Paolo VI ai temi dell’arte sacra e a tracciare l’onda lunga degli effetti scaturiti dalla sua azione.
La giornata di studi, che sarà aperta dai saluti istituzionali di
Mons. Mario Delpini, Arcivescovo di Milano, di Filippo Del Corno, Assessore alla Cultura Comune di Milano, di Antonella Ranaldi, Soprintendente Archeologia, Belle Arti, Paesaggio per la Città Metropolitana di Milano e di Mons. Carlo Azzimonti, Vicario Episcopale per la Zona Pastorale 1 Milano e dall’introduzione di Nadia Righi, direttrice del Museo Diocesano Carlo Maria Martini di Milano, anticipa la mostrain programma alla GASC | Galleria d’Arte Sacra dei Contemporanei Villa Clerici di Milano, dal 15 febbraio al 14 aprile 2019.
La recente canonizzazione di Paolo VI ha riacceso l’attenzione su questo pontefice e sul valore del suo operato. Da Arcivescovo della Diocesi Ambrosiana (1955-1963) cooperò alla rinascita della città di Milano negli anni del secondo dopoguerra dedicando una particolare attenzione alle problematiche delle periferie. Eletto pontefice (1963-1978) ebbe il compito di traghettare la Chiesa cattolica attraverso il Concilio Vaticano II. Uomo del dialogo, cercò sempre l’unità della cultura laica e religiosa nel segno della dignità dell’uomo.
La capacità di papa Paolo VI di rapportarsi alla contemporaneità risulta particolarmente evidente nel dialogo intrapreso con gli artisti. Egli infatti promosse la ricerca artistica e un confronto aperto con i linguaggi espressivi del ‘900.
Il convegno, nell’approfondire il rapporto di Paolo VI con gli artisti, si pone come obiettivi d’individuare i tratti di novità e ancora attuali del suo approccio ai temi dell’arte sacra, di mettere in luce il ruolo avuto dalla GASC nell’accompagnare Paolo VI in questo percorso e di tracciare gli effetti, anche di lungo periodo, scaturiti dall’azione di Paolo VI in campo artistico.
Tra i temi trattati, si segnala l’attività di Paolo VI nel riallacciare i rapporti tra gli artisti e la Chiesa imprimendo una svolta nella ricerca artistica nell’ambito del sacro, l’importanza della GASC - Galleria d’Arte Sacra dei Contemporanei, ovvero dell’istituzione dove Giovanni Battista Montini, nel periodo in cui era arcivescovo di Milano, instaurò un rapporto di amicizia e di collaborazione con un gruppo di artisti, quali Floriano Bodini, Aldo Carpi, Silvio Consadori, Luigi Filocamo, Trento Longaretti, Francesco Messina e molti altri, attenti a coniugare i temi del sacro con i linguaggi artistici del ‘900.
Gli interventi degli studiosi analizzeranno inoltre, l’attenzione verso l’architettura, cui l’arcivesco Montini, nella Milano in piena espansione degli anni ’50, si dedicò con il Piano Nuove Chiese, o ancora la creazione nel 1974 della Collezione d’Arte Religiosa Moderna, oggi Collezione d’Arte Contemporanea dei Musei Vaticani, e della Collezione Paolo VI di Concesio con opere di artisti come Marc Chagall, Salvador Dalí, Lucio Fontana, Hans Hartung, Oskar Kokoschka, René Magritte, Henri Matisse, Joan Mirò, Pablo Picasso, Georges Rouault.

 

Milano, gennaio 2019

 

 

 

Convegno
“Torniamo amici”. Paolo VI e gli artisti
Milano, Museo Diocesano Carlo Maria Martini (corso di Porta Ticinese 95)
Venerdì, 1 febbraio 2019, dalle 9.00 alle 13.00

La partecipazione è libera; è gradito l’accreditamento, scrivendo a edu.gasc@villaclerici.it

 

Informazioni:
GASC | Galleria d’Arte Sacra dei Contemporanei – Villa Clerici
Tel 026470066;
galleria@villaclerici.it; edu.gasc@villaclerici.it
www.villaclerici.it

 

Museo Diocesano Carlo Maria Martini
Tel. 02.89420019

info.biglietteria@chiostrisanteustorgio.it
www.chiostrisanteustorgio.it

 

Ufficio stampa
CLP Relazioni Pubbliche
| Anna Defrancesco | tel. 02 36 755 700 |
anna.defrancesco@clponline.it | www.clp1968.it

 

 


 

 

 

 

Programma

 

 

 

9.00     Accreditamento

 

 

 

9.30     Saluti istituzionali e introduzione

 

Mons. Mario Delpini, Arcivescovo di Milano

 

Filippo Del Corno, Assessore alla Cultura Comune di Milano

 

Antonella Ranaldi, Soprintendente Archeologia, Belle Arti, Paesaggio per la Città Metropolitana di Milano

 

Mons. Carlo Azzimonti Vicario Episcopale per la Zona Pastorale 1, Milano

 

Introduce: Nadia Righi, Museo Diocesano Carlo Maria Martini, Milano

 

 

 

10.15   Interventi

 

Modera: Marco Parini Università Cattolica, Milano

 

 

 

Luigi Codemo, Galleria d’Arte Sacra dei Contemporanei - Milano

 

“Vi ho chiamati amici”: Paolo VI e gli artisti nell’esperienza della GASC

 

 

 

Micol Forti, Collezione Arte Contemporanea dei Musei Vaticani

 

La Collezione di arte religiosa moderna dei Musei Vaticani: visione, storia e orizzonti di un progetto

 

 

 

11.00   Coffee break

 

 

 

Paolo Sacchini direttore Collezione Paolo VI Arte Contemporanea - Concesio

 

“C’era una cena a Villa Clerici…”. Testimonianze d’artista su papa Paolo VI e mons. Macchi”

 

 

 

Carlo Capponi direttore Ufficio Beni Culturali Diocesi di Milano

 

Il Piano Nuove Chiese dell’arcivescovo Montini e gli artisti

 

 

 

Francesco Tedeschi Università Cattolica, Milano

 

            Dopo il Concilio Vaticano II: rapporti tra gli artisti e la Chiesa.

 

Esperienze realizzate, occasioni perdute, prospettive aperte.

 

 

 

13.00   Conclusioni

 

Paolo Cesana presidente Casa di Redenzione Sociale, Milano

 

 

 

 

© 2012 CLP Relazioni Pubbliche - Informativa sulla Privacy - Powered by Eternet S.r.l.